IN EVIDENZA:

5 tipologie di single che vanno in crociera da soli

L’estate, si sa, è spesso vista come un periodo di libera spensieratezza, complici le ferie, il mare e le vacanze che fanno staccare la spina dalla solita routine.
Per i single questo potrebbe essere il momento giusto per mettersi in gioco e provare a dare una svolta alla propria vita.
Si può scegliere infatti di cimentarsi in viaggi organizzati ad hoc come le crociere, con itinerari ed attività pensati per stimolare nuove conoscenze.

In queste circostanze ci sono personalità curiose e pittoresche che non mancano mai, ecco dunque le cinque tipologie di single che vanno in crociera da soli che si potrebbero incontrare a bordo della nave.

5 tipologie di single che vanno in crociera da soli

5 tipologie di single che vanno in crociera da soli

Meglio viaggiare in gruppo o da soli? Scopri quali single optano per la seconda soluzione:

1 - Il cocco di mamma da “piazzare”
Quel personaggio un po’ timido e incerto, che si aggira di solito sulla quarantina d'anni e si fa accompagnare fedelmente dalla mamma ad ogni occasione sociale, come se fosse il suo manager che cerca di piazzarlo a tutte le possibili partner che si trovano a tiro.
Attenzione ad abboccare all’invito alla spa, perché ci sarà sempre la suocera nelle vicinanze!

2 - Il latin lover conquistatore
Sarà anche bello il viaggio in mare, ma il suo unico obiettivo è fare strage di cuori, specialmente se questi appartengono allo staff di animazione, o a turisti dai fisici perfetti e dalle personalità altrettanto eccentriche.
Perché in fondo l’ostentazione dell’apparenza e il numero delle conquiste sono tra le poche cose che contano per lui.

3 - Lo straniero (che non incontrerai mai più)
Il tipico riccone che, al pari del latin lover, vuole solo vantare nuove conquiste.
Ma può sfruttare un’arma in più: i discorsi ammalianti con linguaggio esotico e raffinato, per giocarsi il tutto per tutto.
È il miglior seduttore che si può trovare a bordo della nave, ma abbandonerà presto le sue prede per svanire nel nulla (e raccontarlo agli amici al suo ritorno).

4 - L’assiduo bevitore (uomo o donna)
Questo personaggio segue la scia degli happy hour con gli amici e si sbizzarrisce ancora di più con fiumi di alcol (perché sa che non dovrà guidare per tornare a casa al ritorno).
Oscilla tra l’ubriachezza costante che dà voce a frasi smielate a cui non crede davvero e brevi pause di sobrietà (soltanto dalle 12 alle 13, orario in cui sostituisce la vodka red bull con il caffè) per riprendersi temporaneamente, mentre indossa occhiali da sole scurissimi attti a nascondere le vistose occhiaie.

5 - L'intellettuale spaesato
È quasi un pesce fuor d’acqua che ha creduto all’illusione di un viaggio quasi mistico alla riscoperta delle bellezze naturali, ma che invece si è trovato in un tour di attività sociali che probabilmente trova poco interessanti.
La sua mente pensa, con rammarico, ai fiordi norvegesi che magari non vedrà e porterà avanti conversazioni solo con chi ha un bagaglio culturale altrettanto ampio.


Conclusioni: crociera che vai, gente che trovi!
Un viaggio in crociera è un’esperienza sociale immersiva, in cui ognuno sceglie di mostrarsi in un certo modo: che poi questa sia la vera personalità, o solo una temporanea maschera vacanziera, bisogna scoprirlo con tatto e cautela.
C’è chi cerca con convinzione il grande amore per non affrontare in solitudine il prossimo tour del Mediterraneo e chi, invece, difende la propria indipendenza ma vuole divertirsi superando ogni limite mentale.
Il consiglio è di imparare a riconoscere chi si ha davanti, perché ciò che succede in crociera può rimanere in crociera, oppure può diventare una nuova avventura da vivere pienamente fino in fondo.