le 12 migliori mete ai Tropici per chi viaggia da solo

Nell’immaginario comune, si è soliti pensare che un viaggiatore solitario rispecchi la figura dell’individuo con un enorme zaino da campeggio in spalla e lunghi percorsi di cammino in mezzo ad una natura incontaminata.

Le mete esotiche poi, con spiagge da favola dalla sabbia bianchissima e palme di cocco che regalano un po’ d’ombra, vengono spesso associate soltanto a coppie o famiglie. 

Ma non sempre è così: le destinazioni tropicali possono offrire itinerari (e prezzi) perfetti anche per chi è single e ha bisogno di allontanarsi dal caos della città, per esplorare luoghi imperdibili e indimenticabili.
Che sia per riscoprire sé stessi, per cambiare radicalmente la propria vita, per rilassarsi oppure semplicemente per la passione del viaggio, ecco le 12 mete tropicali perfette per chi vuole viaggiare da solo.


12 mete ai Tropici per chi viaggia da solo



Le 12 migliori mete ai Tropici per chi viaggia da solo

Australia

Patria della più celebre Barriera Corallina al mondo (oltre che dei canguri, naturalmente), considerata Patrimonio dell’Umanità, con più di 2000 km di costa da poter visitare.
Ma non solo: nell’entroterra dell'Australia affacciato sull’Oceano, è possibile esplorare il Parco Nazionale Daintree, che comprende la foresta pluviale dove viene offerta la possibilità di contribuire alla ricostruzione dell’habitat dei koala dopo i recenti incendi, piantando alberi e conoscendo di persona questi simpatici marsupiali.
Un’iniziativa divertente e allo stesso tempo ecologica!


Bermuda

Piccola isola situata nell’Oceano Atlantico e protagonista di una leggenda, quella del "triangolo" che ha fatto il giro del mondo.
Per visitarla tutta sarà sufficiente una bicicletta o uno scooter, scoprendo una cultura ospitale frutto di un mix di etnie differenti.
Per gli amanti dello sport adrenalinico, non mancano escursioni in jetski o flyboard lungo le sue coste rocciose.


Galapagos

Un magnifico arcipelago equadoregno esplorabile con crociere in piccole imbarcazioni; avendo pasti in comune, si avrà sempre la possibilità di chiacchierare con qualcuno.
Soggiornando a Isabela o Santa Cruz, si potrà passeggiare lungo le spiagge fra fenicotteri e tartarughe giganti. Qui i  leoni marini e i pinguini saranno una simpatica compagnia durante le sessioni di nuoto!


Thailandia

Un’ottima meta per incontrare nuove persone, a partire dalle gite giornaliere di snorkeling e barca nelle Isole Similan & Surin, oppure le escursioni sulle cascate del più antico parco naturale Khao Yai.
Per chi ama rilassarsi nei templi buddisti durante il giorno e scatenarsi la sera, è facile riscoprire una vita notturna a Khaosan Road, celebre ambientazione del libro “The Beach” di Alex Garland.
Se capita di ritrovarsi in mezzo ad uno dei famosi festival, come quello della prima notte di luna piena a Sukothai, non si potrà fare a meno di dargli un’occhiata!


Laos

Una delle destinazioni asiatiche preferite per i viaggiatori solitari.
Spostarsi può essere facile e divertente condividendo i famosi tuk tuk sparsi per le cittadine.
Per gli spiriti più indomiti, il Laos offre tutto ciò che si può desiderare: trekking nella giungla dove è facile avvistare gli elefanti, nuoto nelle lagune blu e visite nelle grotte calcaree di Konglor.
Ma la parte migliore è il cibo da strada: da non perdere i mercati e le salsicce di Luang Prabang.


Turks e Caicos

Spiagge bianchissime e pesci tropicali sono i presupposti perfetti per chi, per la prima volta, decide di intraprendere un viaggio senza ulteriore compagnia rispetto alla propria voglia di rilassarsi.
Questo arcipelago paradisiaco non solo permette ai turisti di esplorare i magnifici fondali, ma dà anche la possibilità di ammirare la migrazione delle megattere grazie ad un fantastico giro in barca.


Sri Lanka

Situata nell’Oceano indiano, non solo offre stupende spiagge da cartolina per 1300 km di costa, ma grazie all’utilizzo dei comodi ed economici mezzi pubblici, sarà possibile raggiungere ogni punto di interesse del luogo, come la spettacolare Roccia del Leone che si erge su 200 metri, sopra le rovine di un palazzo antico.
Ancora, la regione di Ella ospita, oltre alle piantagioni di tè, anche grotte, cascate e templi isolati.


Miami

È vero, siamo lontani dalla natura selvaggia offerta dalle precedenti mete, ma questa celebre città è il posto perfetto per chi ama scatenarsi in vacanza e qui potrà farlo al ritmo di salsa.
Durante il giorno, lasciatevi scompigliare i capelli da un adrenalinico giro in motoscafo a partire da Bayside, per poi decidere di passeggiare fra i murales di Wynwood Walls e terminare con una rilassante cena nella Little Havana. 


Indonesia

Il più grande Stato insulare del pianeta, ideale per chi ama esplorare ambienti ricchi di fauna selvatica (fra tigri ed orangotanghi) e flora che comprende la rafflesia di Sumatra, uno dei fiori più grandi del mondo.
L’escursione sui vulcani del Mont Rinjani dona il completamento perfetto per questa straordinaria avventura. 


Costa Rica

In questa splendida oasi eco-friendly, si possono visitare le immense foreste pluviali letteralmente librandosi in aria, grazie alle zip line disseminate fra i canyon.
Per gli amanti del caffè, il protagonista indiscusso del “buongiorno” italiano, è possibile toccarne con mano la produzione attraverso tour di fattorie con prova finale di cioccolato e zucchero di canna!


Creta

Nella mitologia greca era considerata la città natale di Zeus e oggi vanta non solo magnifiche spiagge, ma anche interessanti siti storici come la Gola di Imbros.
Accattivanti anche le proposte per i palati più fini: dalle raffinate degustazioni di vini, all’invitante cucina cretese a Chaina, per terminare con tour privati a tema olio d’oliva.


Cambogia

L’incredibile disponibilità e competenza dei paesani, unita al prezzo vantaggioso delle camere del famoso Phnom Penh diventano ottimi punti di partenza per un viaggio indimenticabile!
Una delle tappe più importanti è senz’altro costituita dalle rovine di Angkor Wat, contenute in uno dei più grandi complessi religiosi al mondo e raggiungibile grazie ai tuk tuk.
Dopo una giornata dedicata ai tour archeologici, un giro sul Tonle Sap su una barca tradizionale, fra cocktail e stuzzichini, è il metodo perfetto per rilassarsi osservando il tramonto.