IN EVIDENZA:

come risparmiare sul costo della vacanza nei periodi di inflazione

Il costo della vita è aumentato. È un dato di fatto.
L'inflazione è un problema per tutti.

Negli ultimi mesi i prezzi di cibo, carburante e molti altri prodotti e servizi, compresi i costi degli ombrelloni in spiaggia, sono aumentati.
E sebbene molti amino andare in vacanza, non si può fare a meno di pensare che per farlo si dovranno spendere più soldi del dovuto rispetto a qualche tempo fa.

Ma con le offerte di viaggio disponibili al giorno d'oggi, ci sono ancora alcuni modi intelligenti per risparmiare sui costi delle vacanze in un periodo in cui l'inflazione sta aumentando fino a diventare un vero e proprio balzello.
Ecco quindi diversi metodi per ridurre il costo della tua vacanza.

Come risparmiare sul costo della vacanza nei periodi di inflazione

come risparmiare sul costo della vacanza nei periodi di inflazione

Come pianificare il costo della vacanza

Parti dal tuo budget

Prima di pensare a dove andare e cosa fare, stabilisci il tuo budget. Il quesito giusto è: “Quanti soldi posso spendere per questa vacanza?”.
Devi quindi stabilire quanto denaro hai da spendere e poi andare  a ritroso.

Quanto tempo puoi restare?

Dove soggiornerai? Cosa mangerai?

Quanto costerà il viaggio?

E così via. Più domande ti fai, migliore sarà il tuo piano.

Come si può infatti pensare di risparmiare sul costo di una vacanza quando non si è nemmeno ancora sicuri di dove andare e cosa fare?

Inizia quindi dal tuo budget. In tempi di inflazione, se si conosce il proprio budget è più facile risparmiare. La domanda da farti è: "Quanto posso permettermi di spendere per questa vacanza?".
Sembra strano, ma molte persone non si pongono nemmeno questa domanda.

Decidi dove andare

Chiarito questo, pensa alla destinazione.
Se decidi di andare all'estero, per conoscere il costo della vita di un Paese c’è il sito Budget your trip: lì potrai inserire la destinazione e trovare la spesa media al giorno per il soggiorno, per mangiare e muoversi.

Scegli quali spese tagliare

Se la cifra che hai a disposizione per la tua vacanza non basta, dovrai fare necessariamente qualche rinuncia.
Potresti, ad esempio, ridurre il costo del pernottamento scegliendo un albergo di categoria inferiore, oppure andare in un ostello, o ancora spendere di meno su gite e spostamenti.
Ma rinuncia solo a cose di cui puoi fare a meno senza sacrificio, per non far si che la vacanza al massimo risparmio diventi invece una fonte di ulteriore stress.

Il mondo è pieno di mete splendide per ogni tipo di portafoglio. Se la Tanzania è troppo cara per te, prova a considerare il Kenya, ugualmente bello e più a portata di spesa.

Fai un preventivo dei costi da affrontare per la vacanza

Volo, nave, bus, taxi, transfer, soggiorno, pranzi e cene.
Vale la pena fare una stima quanto più precisa possibile su quanto spenderai.

Tieni traccia delle tue spese in vacanza

Se hai la tendenza a sforare sulle spese, fissa un budget giornaliero che ti farà da bussola per tutta la durata della vacanza.
Quando si è rilassati infatti è abbastanza normale spendere di più: controlla quindi il resoconto delle spese ogni 2-3 giorni, per verificare di mantenerti in rotta.

Qualcuno sceglie di pagare la vacanza a rate

Un sondaggio ha segnalato che oltre il 40% degli americani si è indebitato per pagare una vacanza e anche in Italia il fenomeno ha di recente preso piede.

Se anche a te succede di non riuscire ad arrivare alla cifra necessaria, ma vuoi comunque goderti una meritata vacanza, devi pensare a un piano di risparmio per la spesa che dovresti affrontare. Dopo aver fatto i conti per capire esattamente quanto devi recuperare, imposta una sequenza temporale. Il resto è semplice: dividi l’importo per il numero di mesi in cui prevedi di arrivare all’obiettivo. E ogni mese metti via la cifra stabilita.

Se non hai molti margini di risparmio, fissa un traguardo minimo mensile e individua i passi per raggiungerlo. Potrebbe ad esempio essere una cena fuori in meno con gli amici, un weekend fuori porta in meno o decidere di acquistare prodotti economici o del discount anziché di marca.

3 modi per risparmiare in vacanza

Il momento migliore per risparmiare sulla tua prossima vacanza è adesso.
Quando si tratta di pianificare il tuo prossimo viaggio, devi sempre tenere presente che ci sono modi per risparmiare sulle vacanze senza sacrificare la qualità dell'esperienza.

Ecco alcuni dei modi migliori per risparmiare su una vacanza: 

Sii flessibile sulle date

Se puoi, cerca di chiedere le ferie solo dopo avere fatto una ricerca preliminare e aver capito qual è il periodo in cui conviene andare nella destinazione che hai scelto.

I motori di ricerca dei voli online hanno anche l’opzione “mese” per capire quali sono le date più convenienti per volare in un certo periodo verso una certa destinazione.

Il martedì e il mercoledì inoltre sono i giorni più economici per spostarsi, sia in treno sia in aereo.
E sembra incredibile, ma spesso il giorno 17 del mese offre dei prezzi più bassi.

Se non sai cosa sia la superstizione, approfittane!

In più, se ti serve un volo di sola andata fai un tentativo: verifica sui comparatori anche il prezzo del volo di andata e ritorno, in alcuni casi potresti addirittura spendere meno.

Usa un'agenzia di viaggi

Se vuoi risparmiare sulle tue vacanze, prova ad utilizzare la buona vecchia agenzia di viaggi.
Spesso infatti le agenzie di viaggi hanno prezzi più bassi rispetto alle compagnie di crociera o alle compagnie aeree.

Lavorano per trovare la migliore offerta per i loro clienti e sono sempre alla ricerca di modi per aiutare i loro clienti a ottenere sconti sul viaggio o sulla vacanza.

Prenota la vacanza in anticipo

Le offerte last minute sono ormai un ricordo del passato.
Se vuoi risparmiare davvero devi pianificare la tua vacanza con settimane o, meglio ancora, mesi di anticipo.
In questo caso, però, diventa importante valutare di aggiungere anche l’assicurazione annullamento viaggio, per tutelarsi da eventuali imprevisti.

Risparmiare sul costo della crociera
Anche le crociere per single hanno i costi in aumento. Scopri quindi le 4 cose da sapere prima di acquistare una crociera e le 5 tipologie di single che vanno in crociera da soli.

Conclusioni

Un modo semplice per calcolare l'effetto dell'inflazione è confrontare il costo della vita nella meta di destinazione con quello della città/nazione di provenienza e può essere misurata anche confrontando il costo di acquisto  in passato di un determinato bene o servizio con il suo prezzo odierno.
In conclusione, in questo periodo storico quando si pianifica una vacanza è importante tenere conto anche del costo dell'inflazione.