10 errori da non fare quando si viaggia da soli

Voler viaggiare da soli è uno degli obiettivi principali dei veri esploratori.

Andare in giro con amici, parenti e conoscenti è divertente e interessante ma allo stesso modo può risultare limitativo.
Non è possibile fare tutto ciò che ci piacerebbe e tantomeno prendere decisioni impulsive, tutto deve essere discusso e organizzato al fine di rendere il soggiorno e l’esperienza (giustamente) piacevole per tutti.
Per questo motivo ogni tanto qualcuno ripiega nell’avventura solitaria che per quanto possa inizialmente spaventare un po' è molto gratificante.
Sono esperienze che cambiano la vita, quando tutto va per il verso sbagliato impari a credere in te stesso, dato che sei l’unica chance che possiedi, e continui a proseguire in avanti.
A poco a poco risulterà chiaro che farcela è la sola opzione rimasta in gioco. Si diventa forti e coraggiosi come se fossimo capaci di realizzare qualsiasi cosa.

Prima che tu decida di partire vogliamo darti una guida di raccomandazioni da prendere in considerazione e farne tesoro.
Evitare tutte le disavventure è impossibile, ma riuscire ad agire d’astuzia è ciò che è giusto apprendere.


10 errori da non fare quando si viaggia da soli


10 errori da non fare quando si viaggia da soli


1. Alloggiare in luoghi sbagliati

Si è spesso tentati di economizzare soprattutto quando si tratta di alloggi.
Consigliamo caldamente di spendere quei dieci euro in più se notate una grave mancanza di igiene o sicurezza. Viaggiare da soli rende molto vulnerabili è importante trovare un luogo in cui soggiornare tranquillamente senza paura di essere derubati o infastiditi. L’igiene è fondamentale dal momento che meno si incorre in problemi legati al fisico più l’esperienza sarà piacevole. 

2. La valigia

Partire in solitaria implica il fatto che dovrai esclusivamente contare sulle tue braccia.
È sempre consigliato evitare di portarsi appresso tutto l’armadio, è inutile e gli spostamenti risulteranno veramente faticosi. I vestiti potranno essere lavati in qualunque momento e in qualunque posto sarà necessario arrivare vicino ad una lavanderia o in casi estremi avere a disposizione un lavandino e del sapone per indumenti. 

3. Non riuscire a programmare un budget corretto

La pianificazione è la parola d’ordine dei viaggi in solitaria.
Le vacanze in solitaria non devono essere obbligatoriamente costose ma anche i viaggi meno dispendiosi richiedono un po' di pianificazione finanziaria. Cercare di risparmiare in qualunque ambito è in primis un ottimo punto di partenza inoltre ricordiamo che controllare il cambio di moneta sarà utile per comprendere quanto spendere.
Prenotare tutti i soggiorni alle volte è difficile soprattutto se si tratta di avventure lunghe, ma in linea di massima consigliamo di programmare settimanalmente spostamenti, alloggi e se possibile punti ristorazione. 

4. Non chiedere mai aiuto

Quando si viaggia da soli è importante mettere da parte l’orgoglio e accettare che alle volte è necessario chiedere aiuto.
Che si tratti di chiedere consiglio a familiari e amici, che preveda di ricevere un prestito o semplicemente conforto. Non esitare, è normale aver bisogno di chiedere aiuto! 

5. Non prendere precauzioni di sicurezza

Prendere seriamente il fattore sicurezza potrebbe essere un salvavita, come ho già specificato, viaggiare da soli implica poter contare solo su se stessi.
Essere prevenuti non è mai sbagliato dunque prestare attenzione agli avvertimenti, controllare la sicurezza dell'alloggio, non dare mai informazioni private agli estranei, non esagerare mai con gli alcolici e fare un po' di ricerche sui quartieri da evitare aiuterà tantissimo. 

6. Essere impreparati alle emergenze

Gli imprevisti sono all’ordine del giorno, spaventarsi è normale soprattutto se non si è preparati.
Il modo giusto per affrontare situazioni spiacevoli è essere cosciente del fatto che alle volte non tutto va per il verso giusto, che è normale e non per questo si è un fallimento. Rimanere tranquilli e calmi aiuterà la mente a rimanere lucida e trovare soluzioni in men che non si dica. Credere in se stessi è la soluzione!

7. Programmare troppo all'inizio o alla fine del viaggio

Programmare troppo potrebbe rendere il viaggio stancante e stressante, non esagerare è sempre la scelta migliore e nel caso perdessi qualcosa potrai sempre tornare a visitare la stessa destinazione.
Un po' di sana casualità e sorpresa darà il tocco giusto alla tua avventura.

8. Avere troppe aspettative

Non avere troppe aspettative renderà il viaggio entusiasmante e avvincente, perché ogni cosa ci potrà sorprendere nel modo giusto.
Dunque prendere ogni giorno come viene è l’antidoto perfetto per non rimanere mai delusi.

9. Concentrarsi solo sul fare nuove conoscenze

Fare nuove conoscenze è uno dai tnati obiettivi del viaggio ma non è il solo.
Esplorare, conoscersi e dedicare del tempo ai propri bisogni è la chiave per rendere l’esperienza indimenticabile.
Se ogni singolo momento della giornata è finalizzato, quasi con ossessione, a socializzare non si potrà godere di tutto il resto che in quel momento ci sta offrendo quell'esperienza.

10. Prendere l’avventura solitaria troppo seriamente

Al contrario isolarsi e rimanere sempre e solo con se stessi è altrettanto sconsigliato.
Esplorare implica anche fare la conoscenza di chi abita i posti e come vuole raccontare la propria storia e la propria terra.
Non dare spazio agli altri concentrandosi troppo su sé stessi potrebbe non rendere l’esperienza completa.